Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 4, 2017

Annata 2017

Di seguito l’elenco dettagliato, mese per mese, delle attività in cui è coinvolto l’Ensemble teatrale Acetico Glaciale nel 2017.

Gennaio
-Le calze della befana, spettacolo teatrale per bambini, San Giorgio su Legnano (MI), Guanzate (CO), Somma Lombardo (VA).
-A futura memoria, spettacolo teatrale per Giornata della Memoria, Merate (LC), Pessano con Bornago (MI), Gorla Maggiore (VA).

Febbraio
-Perché erano italiani, spettacolo teatrale per Giornata Ricordo, Pessano con Bornago (MI), Borgoricco (PD).
Coordinamento gruppo di lettura, Casarile (MI).
-Cose Nostre, spettacolo teatrale su legalità, Gorla Maggiore (VA).
-Marco Binetto coltivatore diretto, spettacolo teatrale, Locate di Triulzi (MI).

Marzo
-Marco Binetto coltivatore diretto, spettacolo teatrale, Cantù.
Nando Bullo-nato, promozione alla lettura su bullismo, Liceo artistico “Medardo Rosso”, Lecco.
Un Poe di paura, Una struggente voglia di legalità, promozione alla lettura, ICS Legnano, Parabiago.
-Arlecchino servitore di due padroni, Accademia di regia, Teatro dell’Aleph.
-1,2,3 Sipario!, Laboratorio teatrale, Orsoline, Saronno.
-Sì sì sì Dr Seuss, lettura animata, Oleggio (NO).

Aprile
Coordinamento gruppo di lettura, Casarile (MI).
-1,2,3 Sipario!, Laboratorio teatrale, Orsoline, Saronno.

Maggio
-Cioccolata Terapia, biblioaperitivo con degustazioni, Garbagnate Milanese, Magnago.
-Il ‘900 in Europa, promozione alla lettura, scuola media, Fenegrò (CO).
-Caccia ai libri, animazione per bambini, Garbagnate Milanese (MI).
-Una struggente voglia di legalità, Sei un mito!, Emotions & Emoticon, Daniel Pennac & Roald Dahl, promozione alla lettura, ICS Pertini, Busto Arsizio (VA).
-Il baule speziale, biblioaperitivo con degustazioni, Masate Basiano (MI), Pozzo d’Adda (MI), Garbagnate Milanese.
-L’ORDA quando gli africani eravamo noi, I labirinti di Kafka, promozione alla lettura per medie, biblioteca, Busto Arsizio (VA).
-Ragazzi e famiglie nel mondo, promozione alla lettura, scuola media, Origgio.
-I Karamazov, mater di regia teatrale, Teatro dell’Aleph.
-1,2,3 Sipario! + spettacolo teatrale La gabbianella e il gatto, laboratorio teatrale, Orsoline, Saronno.

Giugno
-Di sana e robusta costituzione, recital multimediale, ICS Fermi, Busto Arsizio.
-L’ORDA quando gli africani eravamo noi, promozione alla lettura per medie, biblioteca, Busto Arsizio (VA).
-La struttura drammatica: esercitazioni di montaggio, laboratorio teatrale a cura di Eugenio Barba e Julia Varley, presso Teatro Potlach, Fara in Sabina.
La tempesta, spettacolo teatrale ispirato all’opera di Shakespeare, regia Pino di Buduo, Fara in Sabina.
Kaleidoskope, spettacolo teatrale multimediale, regia Pino di Buduo, Fara in Sabina.
-Maschere e personaggi della commedia dell’arte, laboratorio a cura di Claudio De Maglio presso Teatro Potlach.

Luglio
Le città invisibili, spettacolo teatrale ispirato al romanzo di Italo Calvino, regia Pino di Buduo, Fara in Sabina.
-Danza e maschera balinese, laboratorio a cura di I Wayan Bawa, presso Teatro Potlach, Fara in Sabina.

Settembre
-Marco Binetto coltivatore diretto, spettacolo teatrale, Furato.
Coordinamento gruppo di lettura, Casarile (MI).
-Caccia ai libri, animazione per bambini, Cavenago Brianza (MB).

Ottobre
-Pan per focaccia, biblioaperitivo con degustazioni, Cameri (NO).
Roald Dahl & Daniel Pennac, letture animate, Masate Basiano (MI).
I sogni del cielo, laboratorio teatrale, Ass. Camminiamo Insieme, Villa Cortese (MI).
Zucconi di Halloween, spettacolo teatrale, Assago, Garbagnate Milaneese.
-Cioccolata Terapia, biblioaperitivo con degustazioni, Rho (MI).
-Favoloso Halloween, narrazioni animate, Paderno Dugnano (MI).

Novembre
Coordinamento gruppo di lettura, Casarile (MI).
-Il baule speziale, biblioaperitivo con degustazioni, Cameri (NO), Zibido San Giacomo (MI).
Che razza di amore, spettacolo teatrale, Cesano Boscone (MI).
I sogni del cielo, laboratorio teatrale, Ass. Camminiamo Insieme, Villa Cortese (MI).

Dicembre
-A scatole chiuse, narrazioni sensoriali, Borgosesia (VC).
I sogni del cielo, laboratorio teatrale, Ass. Camminiamo Insieme, Villa Cortese (MI).
-Che magnifico Natale, narrazioni animate, Paderno Dugnano (MI).
-Tutto un altro Natale, spettacolo teatrale, Teatro S.G. Bosco, Busto Arsizio (VA).


Contatti
Alessandro TacconiCell. 3400685284 – Email acetiglaciale@gmail.com

Annunci
Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I LABIRINTI DI KAFKA

Acetico Glaciale

01

Fuga e smarrimento dell’uomo contemporaneo

Scale che scendono oppure che salgono? Uomini che uscendo da una stanza vi entrano? L’alto che diviene basso? Il centro che diventa un sentiero che si perde all’infinito dentro se stesso?

Maurits Cornelis Escher ha fatto del “gioco prospettico” la propria cifra stilistica. Lo studio della struttura dei minerali e delle formule geometriche lo ha supportato e appassionato per tutta la vita. E il risultato è stato impressionante.

All’interno dei dedali machiavellici escheriani non possiamo non scorgere bagliori della condizione dell’uomo contemporaneo.
Controcanto perfetto del saliscendi claustrofobico esceriano, i racconti del praghese Franz Kafka, in particolare la sua magistrale Metamorfosi.

A narrare in modo ironico la triste e grottesca sorte del cittadino-scarafaggio nientemeno che uno… sterminatore di scarafaggi!
Chi vorrà ascoltarne il monito?

Recital multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 12-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo…

View original post 11 altre parole

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I LABIRINTI DI KAFKA

01

Fuga e smarrimento dell’uomo contemporaneo

Scale che scendono oppure che salgono? Uomini che uscendo da una stanza vi entrano? L’alto che diviene basso? Il centro che diventa un sentiero che si perde all’infinito dentro se stesso?

Maurits Cornelis Escher ha fatto del “gioco prospettico” la propria cifra stilistica. Lo studio della struttura dei minerali e delle formule geometriche lo ha supportato e appassionato per tutta la vita. E il risultato è stato impressionante.

All’interno dei dedali machiavellici escheriani non possiamo non scorgere bagliori della condizione dell’uomo contemporaneo.
Controcanto perfetto del saliscendi claustrofobico esceriano, i racconti del praghese Franz Kafka, in particolare la sua magistrale Metamorfosi.

A narrare in modo ironico la triste e grottesca sorte del cittadino-scarafaggio nientemeno che uno… sterminatore di scarafaggi!
Chi vorrà ascoltarne il monito?

Recital multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 12-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro, sala consiliare

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I CORVI NERI DI LOU REED

01


Lou Reed & the wild side of Edgar Allan Poe!

Inquieto e trasgressivo. Notturno e allucinato. Edgar Allan Poe lo è sempre stato. E così pure il rocker più cool della storia del rock: Lou Reed!
The Raven non è solo un album del celebre cantautore che vuole omaggiare uno dei grandi narratori americani. È anche un rispecchiamento di quelle inquietudini e di quegli incubi metropolitani che Reed ha sempre carezzato nei suoi lavori precedenti.

Anche perché E.A. Poe “non è esattamente il ragazzo della porta accanto”. Orrore, incubo, inquietudine sono segni di quello che si vive quotidianamente. E nel contempo è la parte oscura che ci affascina.
A questa opera rock hanno partecipato musicisti del calibro di Ornette Coleman, Laurie Anderson, David Bowie, Blind Boys of Alabama. E Poi gli attori Willem Dafoe, Steve Buscemi e Amanda Plummer.

Nel 75° della nascita di Lou Reed, una serata nel segno del grande Rock e della sottile inquietudine!

Narrazione multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 18-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro, sala consiliare

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

PAN PER FOCACCIA

02

Il re sulla nostra tavola!

-È un extracomunitario…
-Non ci credo!
-Credici, credici: il pane è stato inventato in Egitto.
-Ecco perché i pizzaioli sono quasi tutti egiziani…

Il re della nostra tavola è da sempre il pane. Ha resistito nei decenni a invasioni alimentari di ogni tipo: etnica, fusion, crudista, messicana e all you can eat. Perché dopo il sushi, non c’è niente di meglio di un bel panino… al prosciutto crudo!

Sui sacchetti di pane, i panificatori milanesi hanno scritto “Il pane è vita”, per affermarne l’importanza nella nostra alimentazione.
Il pane è millenario e accompagna la storia dell’umanità occidentale passo passo, saziandolo nel corpo e nello spirito.

Un biblioaperitivo per conoscere la storia di un alimento che bene o male tutti utilizzano, spesso in dosi abbondanti.
-È troppo buono, e ha un profumo!

Biblioaperitivo a cura di Alessandro Tacconi
Musiche, canto, sonorizzazioni Roberta Mangiacavalli

Pubblico – 12-99 anni
Tipologia – biblioaperitivo con degustazioni
Tecnica – teatro d’attore, narrazione, lettura interpretata
Durata – 70 minuti ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro

Il biblioaperitivo include degustazioni di pane, focaccia, vino per 50 persone.

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE

01

Dapprima sembrava “la più bella del mondo”, almeno secondo il comico Roberto Benigni, poi si è detto che non lo era più così tanto e hanno provato a cambiarcela.
In quanti l’hanno letta… e l’hanno capita?
In quanti hanno meditato su quello che sostiene la nostra carta costituzionale?

È vero che tra il dire e il fare… c’è di mezzo un mare di leggi, leggine, decreti leggi che spesso ne impediscono la vera attuazione.
Conoscere i propri diritti è un primo passo per essere cittadini di serie A e non di serie B.
È giusto e doveroso porre questioni importanti alla nostra carta costituzionale.

È giusto attendersi delle risposte che ci dicano del nostro ruolo in un Paese “spaesato e spesso svagato”.
È giusto pretendere per tutti gli stessi diritti, ma bisogna capire quali sono!
E allora imbracciamo il nostro spirito critico e ironico e interroghiamola, la nostra carta costituzionale, facciamole fare un po’ di esercizio democratico, in modo che si mantenga in forza democratica!

Reading multimediale, promozione alla lettura a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 12-99 anni
Tipologia – lettura multimediale
Tecnica – teatro d’attore, narrazione, lettura interpretata,
Durata – 70 minuti ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro

Pubblicato da: aceticoglaciale | ottobre 31, 2016

EMOTIONS & EMOTICON

01.jpg
I sentimenti nell’Era digitale

-TVUKB
😉
-MMUK
;-(

Semplici, concisi, assertivi, per iniziati. Ecco la qualità dei messaggi che si scambiano i giovani via cellulare, facebook e whatsapp.
Gli emoticon (faccine con diverse espressioni, oggetti di uso comune, cibi, animali domestici e selvatici, eroi di film, manga e cartoon…) sono delle istantanee emotive, flash di pochi secondi che devono rendere al meglio lo stato d’animo di chi scrive.

Ecco dunque una selva di lettere maiuscole e di “faccine” che intercalano espressioni gergali giovanili, creando un nuovo linguaggio semplificato e codificato.
In questa selva di segni e parole ridotte all’osso, le emozioni trepidanti vengono comunicate da un capo all’altro della Rete.

La domanda è d’obbligo e in sé problematica: può una faccina supplire al dire emozionato? Può una faccina farsi voce di emozioni che stanno sbocciando? Nessun allarmismo per carità, ma una sana e proficua discussione con il gruppo classe sulla potenza e l’utilità dei mezzi di comunicazione, e ancora di più sulla necessità della verbalizzazione delle emozioni.

-Prof, ma gli antichi latini non dicevano: verba volant, scripta manent?!

Attore conduttore – Alessandro Tacconi
Durata – l’incontro dura 60 min.
Pubblico – 12-22 anni (1 o 2 gruppo classe alla volta)
Luogo in cui realizzare l’incontro – aula, biblioteca d’istituto, auditorium
Tipo di intervento – promozione alla lettura, intervento critico, discussione di gruppo
Strumentazione richiesta – videoproiettore collegabile a pc

 

Pubblicato da: aceticoglaciale | ottobre 31, 2016

DANZE MACABRE

01.jpg

L’allegro senso della vita!

-Dimmi quel che sai della vita?
-Che finisce sempre con una partita!
-Partita?
-Partita a scacchi che mai vincerai!
-Allora sono guai…
-Non si sa mai!

Siamo legati dal primo vagito alla nostra fine, eppure la maggior parte di noi fa finta di niente.
-Che argomento inquietante, non essere impertinente!
La società col mito della buona salute e della vita ultracentenaria dal “fegato millenario” aborre il fine corsa, l’ultima fermata, la sola andata…

Invece, parlare della morte, accoglierla come una tappa, importante, del nostro passaggio su questa “terra di lacrime e sangue” potrebbe rivelare delle sorprese.
Anziché annichilirci, irradiare di nuova e gioiosa luce ogni giorno della nostra esistenza.

-Ricordati che devi morire!
-Mo’ me lo segno!
Un sorriso affiora alle labbra per fronteggiare quello beffardo della Grande Falciatrice.
Un recital multimediale che riannoda immagini, testi, riflessioni, musiche, gag in tono scanzonato e irriverente sul senso della nostra morte imminente. E non possiamo farci niente!

Recital multimediale ideato da Alessandro Tacconi
Pubblico – 16-99 anni
Tecnica – teatro d’attore, narrazione, lettura interpretata
Durata 60 min. ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – biblioteca, aula magna, teatro
Impianto elettrico – 1500w
Pubblicato da: aceticoglaciale | ottobre 31, 2016

STALKING HEADS

00.jpg

Storia d’amore sul filo del dolore

Quando, lui dice e lei non capisce.
Quando, lei dice e lui non capisce.
Quando, sei stato tu!
-No, tu!
-No, tu!
Tu! Tu! Tu! Tu!
Così s’interrompe la comunicazione, resta solo la confusione nella mente e nell’animo dei due amanti.

Lo spaesamento lascia il posto ad altro: rabbia, vendetta, senso di disdetta.
Così quando lui ripete e lei non capisce…
Quando lei ripete e lui non capisce…
Il gioco si fa più duro, ma il maschio è più forte ossessivo persuasivo pervasivo.
A lei cosa resta da fare: soccombere, accettare, pazientare, sperando che qualcosa possa cambiare?

I maschi di oggi non sono più innamorati come quelli dei film.
Certi uomini vogliono ancora i giocattoli come quando erano piccoli.
E le donne? Aspettano sempre il principe azzurro?
Basterebbe anche solo azzurrognolo!

Recital di e con Alessandro Tacconi e Daniela Parisi
Pubblico – 16-99 anni
Tecnica – teatro d’attore, narrazione, lettura interpretata
Durata 50 min. ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – biblioteca, aula magna, teatro
Impianto elettrico – 2500w
Pubblicato da: aceticoglaciale | settembre 27, 2016

MORITURI TE SALUTANT

01

Lettere dall’oblio!

-Mi ricordo. Sì mi ricordo! Ma che cosa? Anzi no, forse mi sono sbagliato. La memoria a volte mi fa davvero dei brutti scherzi.
C’era una volta un popolo che entrò in guerra contro se stesso. A un certo punto non ci furono più cittadini ma solo nemici: ebrei, negri, comunisti, omosessuali, contestatori, sobillatori, terroristi.

Tutti questi nemici del popolo furono catturati, torturati, processati e finalmente condannati! Con certa gente non si poteva fare diversamente.
Dal fondo della cella, lievi e intense le loro parole prendono il volo. Uno stuolo di voci che si fa coro, che cerca orecchie che diano loro ascolto. Si leva in questo modo dalle loro celle un inno alla pace e alla giustizia intenso e commovente.

Ma cosa possono ottenere le lettere di tutti questi condannati a morte, se il nostro cuore e le nostre orecchie restano chiusi per la maggior parte dell’anno, e sembrano aprirsi solo in certe occasioni commemorative?
Occorrerà dargli una bella scrollata!

Recital  teatrale ideato da Alessandro Tacconi
Musiche e canti di Roberta Mangicavalli
Pubblico – 13-99 anni
Durata – 60 minuti ca.
Impianto elettrico da 4000 w
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro

« Newer Posts - Older Posts »

Categorie