Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I LABIRINTI DI KAFKA

Acetico Glaciale

01

Fuga e smarrimento dell’uomo contemporaneo

Scale che scendono oppure che salgono? Uomini che uscendo da una stanza vi entrano? L’alto che diviene basso? Il centro che diventa un sentiero che si perde all’infinito dentro se stesso?

Maurits Cornelis Escher ha fatto del “gioco prospettico” la propria cifra stilistica. Lo studio della struttura dei minerali e delle formule geometriche lo ha supportato e appassionato per tutta la vita. E il risultato è stato impressionante.

All’interno dei dedali machiavellici escheriani non possiamo non scorgere bagliori della condizione dell’uomo contemporaneo.
Controcanto perfetto del saliscendi claustrofobico esceriano, i racconti del praghese Franz Kafka, in particolare la sua magistrale Metamorfosi.

A narrare in modo ironico la triste e grottesca sorte del cittadino-scarafaggio nientemeno che uno… sterminatore di scarafaggi!
Chi vorrà ascoltarne il monito?

Recital multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 12-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo…

View original post 11 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: