Pubblicato da: aceticoglaciale | settembre 13, 2016

Le zuppe di WARHOL

01

Barattoli di zuppa Campebll, scarpe da donna, ritratti di attrici e cantanti, linguacce rosse e banane giallissime in salsa fluo e acida. Voilà Mr. Andy Warhol! Secondo alcuni la perfetta incarnazione della “morte dell’artista”, per altri la vera arte contemporanea.

Andy Warhol fu un vero e proprio vulcano di contraddizioni e intuizioni: scultore, pittore, regista e produttore cinematografico e musicale, sceneggiatore e perfino attore.

Contraddittorio e infantile, alla ricerca dell’ispirazione nei lavori altrui, alle prese con la ricerca del successo attraverso pubblicità, cinema e arte. Dire Warhol significa parlare della cultura underground e di quella à la page a New York. Significa parlare della Factory laboratorio permanente per artisti emergenti e non come Jean-Michel Basquiat, Keith Haring e Francesco Clemente.

Nel trentennale della scomparsa, una serata per ricordare uno dei grandi artisti visionari del Novecento.

Narrazione multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 18-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: