Pubblicato da: aceticoglaciale | febbraio 10, 2010

GUSCI – Vincenzina, che fine ha fatto la fabbrica?

Le fabbriche, almeno in Europa, sono state quasi tutte chiuse. Restano degli enormi spazi entro cui sembra di sentire le voci degli operai, che per tanti anni hanno lavorato lì dentro. Le fabbriche sono state svuotate dall’interno dalla
“vorace strategia” di imprenditori rapaci senza scrupoli. E cosa resta delle migliaia di quei lavoratori? Solo qualche pallida eco.
Due attori narratori in scena raccontano storie di gusci: la vita del paguro che si insedia nella “casina” di un altro animale; il parassita che attacca l’organismo ospite e se ne ciba dall’interno; la storia della nascita dell’ovetto Kinder; un prontuario di macellazione di carne umana; il processo di formazione della perla all’interno dell’ostrica…
Che storie sono mai queste? In apparenza non hanno nulla a che fare con la fabbrica. E poi quell’aria così stralunata dei due attori? Ma sono umani oppure aneroidi?  Uno spettacolo d’argomento civile con i toni grotteschi del teatro dell’assurdo e del cabaret berlinese.

Interpreti – Sveva Raimondi & Alessandro Tacconi
Elaborazioni sonore e video – Enrico Omodeo Salè
Testi – Sveva Raimondi & Alessandro Tacconi
Regia – Monia Marchiori
Strumentazione richiesta – impianto audio e luci, proiettore per immagini collegabile a pc portatile
Durata dello spettacolo – 60 minuti
Pubblico – adolescenti, adulti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: