Pubblicato da: aceticoglaciale | agosto 16, 2017

ZUCCONI DI HALLOWEEN

12.jpg

Morty & Marty due spiritelli davvero imbranati

Il 31 ottobre è la notte in cui il confine tra il mondo dei vivi e quello dei morti si fa più lieve. Molti spiriti valicano quel confine portando con sé, molto spesso, le loro inquietanti storie “brividose”.
MA ci sono due spiritelli davvero imbranati che non riescono a valicare quel confine. E ci stanno provando non da un giorno, un mese o un anno. Ma da secoli!
Chi potrà mai dargli una mano?
Forse un antico manoscritto nascosto nelle segrete polverose di una vecchia villa disabitata.
Oppure il Grande Corvo! Sempre ammesso che esista…
Oppure i bambini raccolti in sala per vedere questi due “spiritosi spiritelli” all’opera.
Emozioni, risate, coinvolgimento del giovanissimo pubblico. E un sorprendente colpo di scena finale.

Spettacolo teatrale di e con Alessandro Tacconi e Andrea Bassani
Pubblico – 3-8 anni
Durata – 60 min. ca.
Luogo della rappresentazione – auditorium, biblioteca, sala consiliare, teatro
Tecnica utilizzata – teatro d’attore e animazione

 

Pubblicato da: aceticoglaciale | giugno 14, 2017

RI-LEGGERE “I PROMESSI SPOSI”

19 trio.jpg

“C’era un lago e aveva un ramo… Ops, ci deve essere un errore! C’era un ramo, ma senza un lago, però aveva un albero, anche perché non s’è mai visto un ramo lontano da un albero…”.

A oltre 170 anni dalla pubblicazione di questo grande classico occorre fare un po’ d’ordine in tutta questa confusione. “I promessi sposi” è il classico della letteratura più letto e più odiato dagli studenti. È il libro che tutti hanno dovuto leggere, ma che pochi hanno davvero amato.

In questo romanzo è stato tratteggiato, come mai prima, un quadro dell’Italia davvero impressionante, per attualità e contenuti. È giunto il tempo di sdoganare un libro che così pochi appassionati annovera tra le sue fila.

È tempo che i giovani lettori ne comprendano il grande valore, la sottile ironia e l’estrema attualità. È tempo di ri-leggere “Gli sposi promessi” in modo inconsueto, in modo nuovamente intrigante e finalmente avvincente.

Destinatari – Studenti delle scuole medie, superiori e adulti (1-2 gruppo classe alla volta)
Supporti Multimediali – DVD, CD
Strumentazione richiesta – proiettore collegabile a pc, LIM
Durata – 70 minuti ca.
Costo a incontro – 95 euro (+IVA)
Tipologia – incontro multidisciplinare di promozione alla lettura
Luogo in cui realizzare l’incontro – biblioteca, aula magna, sala consiliare

Pubblicato da: aceticoglaciale | marzo 18, 2017

IL BAULE SPEZIALE

01

Vennero d’Oriente e Occidente a conquistar i nostri palati!

“Zenzero, cannella, cardamomo, cassia, anice stellato, cumino il palato fiorisce come un giardino. Estragone, pimento, zafferano, macis, aneto, pepe rosa ecco la bocca aprirsi come una sposa…”
Un baule stracolmo di coloratissime spezie. Un baule che arriva da un altro mondo.

-Un baule spaziale?
-No, speziale!

Un baule per raccontare la storia magica di certe piante aromatiche e dei loro preziosi frutti, perché le leggende e i miti costituiscono la poesia della vita.
Conoscere i segreti di queste piante significa approfondire il senso stesso della nostra esistenza.
Cucinare, ad esempio, con le spezie è la ricerca di un delicato equilibrio con la pietanza principale. “Insaporire” il nostro corpo con due gocce di vaniglia o mirto accende passioni insospettate.
Allora venite, ascoltate e assaporate le storie contenute in questo baule speziale, mi regaleremo emozioni inaspettate.

Biblioaperitivo a cura di Alessandro Tacconi
Musiche, canto, sonorizzazioni Roberta Mangiacavalli
Pubblico – 12-99 anni
Tipologia – biblioaperitivo con degustazioni
Tecnica – teatro d’attore, narrazione, lettura interpretata, recital musicale
Durata – 70 minuti ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, sala consiliare, parco/giardino, teatro

Trailer fotografico del recital visionabile a questo link https://youtu.be/sbp4SG1mxdQ

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 5, 2017

TESTE A PUNTA E TESTE TONDE

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 4, 2017

ANAIS NIN, CHE DONNA!

02

La spia nella Casa dell’Amore!

Una donna. Una scrittrice. Una figura indimenticabile e appassionante. Controversa autrice che indignò mezzo mondo e affascinò l’altra metà.
Anais Nin ha esplorato le pieghe più segrete della propria e altrui sensualità, diventando per intere generazioni sinonimo di erotismo e identità.

Appassionata di D.H. Lawrence, l’altro grande romanziere erotico d’inizio Novecento cui dedicò un saggio profondo.
Conobbe, amò e frequentò lo scandaloso scrittore Henry Miller, autore del famigerato Tropico del Cancro.
Con i romanzi e i racconti Delta di Venere, La spia nella casa dell’amore, Uccellini e I Diari Anais Nin si pone come spartiacque tra le tradizionali narrazioni erotiche e quelle moderne.

Nel quarantennale dalla scomparsa, una serata per approfondire i temi legati al fantastico erotico, al piacere e alla sessualità senza pregiudizi, alla sensualità senza imbarazzi o inutili moralismi. Come fu appunto la lezione della Nin: “Mai e poi mai vergognarsi di quello che si prova!”.

Tipologia d’intervento – Recital multimediale
Pubblico – 18-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro
Tecnica – recitazione, lettura interpretata

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 4, 2017

Annata 2017

Di seguito l’elenco dettagliato, mese per mese, delle attività in cui è coinvolto l’Ensemble teatrale Acetico Glaciale nel 2017.

Gennaio
-Le calze della befana, spettacolo teatrale per bambini, San Giorgio su Legnano (MI), Guanzate (CO), Somma Lombardo (VA).
-A futura memoria, spettacolo teatrale per Giornata della Memoria, Merate (LC), Pessano con Bornago (MI), Gorla Maggiore (VA).

Febbraio
-Perché erano italiani, spettacolo teatrale per Giornata Ricordo, Pessano con Bornago (MI), Borgoricco (PD).
Coordinamento gruppo di lettura, Casarile (MI).
-Cose Nostre, spettacolo teatrale su legalità, Gorla Maggiore (VA).
-Marco Binetto coltivatore diretto, spettacolo teatrale, Locate di Triulzi (MI).

Marzo
-Marco Binetto coltivatore diretto, spettacolo teatrale, Cantù.
Nando Bullo-nato, promozione alla lettura su bullismo, Liceo artistico “Medardo Rosso”, Lecco.
Un Poe di paura, Una struggente voglia di legalità, promozione alla lettura, ICS Legnano, Parabiago.
-Arlecchino servitore di due padroni, Accademia di regia, Teatro dell’Aleph.
-1,2,3 Sipario!, Laboratorio teatrale, Orsoline, Saronno.
-Sì sì sì Dr Seuss, lettura animata, Oleggio (NO).

Aprile
Coordinamento gruppo di lettura, Casarile (MI).
-1,2,3 Sipario!, Laboratorio teatrale, Orsoline, Saronno.

Maggio
-Cioccolata Terapia, biblioaperitivo con degustazioni, Garbagnate Milanese, Magnago.
-Il ‘900 in Europa, promozione alla lettura, scuola media, Fenegrò (CO).
-Caccia ai libri, animazione per bambini, Garbagnate Milanese (MI).
-Una struggente voglia di legalità, Sei un mito!, Emotions & Emoticon, Daniel Pennac & Roald Dahl, promozione alla lettura, ICS Pertini, Busto Arsizio (VA).
-Il baule speziale, biblioaperitivo con degustazioni, Masate Basiano (MI), Pozzo d’Adda (MI), Garbagnate Milanese.
-L’ORDA quando gli africani eravamo noi, I labirinti di Kafka, promozione alla lettura per medie, biblioteca, Busto Arsizio (VA).
-Ragazzi e famiglie nel mondo, promozione alla lettura, scuola media, Origgio.
-1,2,3 Sipario! + spettacolo teatrale La gabbianella e il gatto, laboratorio teatrale, Orsoline, Saronno.

Giugno
-Di sana e robusta costituzione, recital multimediale, ICS Fermi, Busto Arsizio.
-L’ORDA quando gli africani eravamo noi, I labirinti di Kafka, promozione alla lettura per medie, biblioteca, Busto Arsizio (VA).

Ottobre
-Pan per focaccia, biblioaperitivo con degustazioni, Cameri (NO).

Novembre
-Il baule speziale, biblioaperitivo con degustazioni, Cameri (NO).


Contatti
Alessandro TacconiCell. 3400685284 – Email acetiglaciale@gmail.com

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I LABIRINTI DI KAFKA

Acetico Glaciale

01

Fuga e smarrimento dell’uomo contemporaneo

Scale che scendono oppure che salgono? Uomini che uscendo da una stanza vi entrano? L’alto che diviene basso? Il centro che diventa un sentiero che si perde all’infinito dentro se stesso?

Maurits Cornelis Escher ha fatto del “gioco prospettico” la propria cifra stilistica. Lo studio della struttura dei minerali e delle formule geometriche lo ha supportato e appassionato per tutta la vita. E il risultato è stato impressionante.

All’interno dei dedali machiavellici escheriani non possiamo non scorgere bagliori della condizione dell’uomo contemporaneo.
Controcanto perfetto del saliscendi claustrofobico esceriano, i racconti del praghese Franz Kafka, in particolare la sua magistrale Metamorfosi.

A narrare in modo ironico la triste e grottesca sorte del cittadino-scarafaggio nientemeno che uno… sterminatore di scarafaggi!
Chi vorrà ascoltarne il monito?

Recital multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 12-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo…

View original post 11 altre parole

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I LABIRINTI DI KAFKA

01

Fuga e smarrimento dell’uomo contemporaneo

Scale che scendono oppure che salgono? Uomini che uscendo da una stanza vi entrano? L’alto che diviene basso? Il centro che diventa un sentiero che si perde all’infinito dentro se stesso?

Maurits Cornelis Escher ha fatto del “gioco prospettico” la propria cifra stilistica. Lo studio della struttura dei minerali e delle formule geometriche lo ha supportato e appassionato per tutta la vita. E il risultato è stato impressionante.

All’interno dei dedali machiavellici escheriani non possiamo non scorgere bagliori della condizione dell’uomo contemporaneo.
Controcanto perfetto del saliscendi claustrofobico esceriano, i racconti del praghese Franz Kafka, in particolare la sua magistrale Metamorfosi.

A narrare in modo ironico la triste e grottesca sorte del cittadino-scarafaggio nientemeno che uno… sterminatore di scarafaggi!
Chi vorrà ascoltarne il monito?

Recital multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 12-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro, sala consiliare

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

I CORVI NERI DI LOU REED

01


Lou Reed & the wild side of Edgar Allan Poe!

Inquieto e trasgressivo. Notturno e allucinato. Edgar Allan Poe lo è sempre stato. E così pure il rocker più cool della storia del rock: Lou Reed!
The Raven non è solo un album del celebre cantautore che vuole omaggiare uno dei grandi narratori americani. È anche un rispecchiamento di quelle inquietudini e di quegli incubi metropolitani che Reed ha sempre carezzato nei suoi lavori precedenti.

Anche perché E.A. Poe “non è esattamente il ragazzo della porta accanto”. Orrore, incubo, inquietudine sono segni di quello che si vive quotidianamente. E nel contempo è la parte oscura che ci affascina.
A questa opera rock hanno partecipato musicisti del calibro di Ornette Coleman, Laurie Anderson, David Bowie, Blind Boys of Alabama. E Poi gli attori Willem Dafoe, Steve Buscemi e Amanda Plummer.

Nel 75° della nascita di Lou Reed, una serata nel segno del grande Rock e della sottile inquietudine!

Narrazione multimediale a cura di Alessandro Tacconi
Pubblico – 18-99 anni
Durata – 70 minuti ca.
Videoproiettore collegabile al PC
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro, sala consiliare

Pubblicato da: aceticoglaciale | gennaio 3, 2017

PAN PER FOCACCIA

02

Il re sulla nostra tavola!

-È un extracomunitario…
-Non ci credo!
-Credici, credici: il pane è stato inventato in Egitto.
-Ecco perché i pizzaioli sono quasi tutti egiziani…

Il re della nostra tavola è da sempre il pane. Ha resistito nei decenni a invasioni alimentari di ogni tipo: etnica, fusion, crudista, messicana e all you can eat. Perché dopo il sushi, non c’è niente di meglio di un bel panino… al prosciutto crudo!

Sui sacchetti di pane, i panificatori milanesi hanno scritto “Il pane è vita”, per affermarne l’importanza nella nostra alimentazione.
Il pane è millenario e accompagna la storia dell’umanità occidentale passo passo, saziandolo nel corpo e nello spirito.

Un biblioaperitivo per conoscere la storia di un alimento che bene o male tutti utilizzano, spesso in dosi abbondanti.
-È troppo buono, e ha un profumo!

Biblioaperitivo a cura di Alessandro Tacconi
Musiche, canto, sonorizzazioni Roberta Mangiacavalli

Pubblico – 12-99 anni
Tipologia – biblioaperitivo con degustazioni
Tecnica – teatro d’attore, narrazione, lettura interpretata
Durata – 70 minuti ca.
Luogo in cui realizzare l’incontro – Biblioteca, aula magna, teatro

Il biblioaperitivo include degustazioni di pane, focaccia, vino per 50 persone.

Older Posts »

Categorie